come implementare le soluzioni cloud di sap senza restare scottati e prenotare le vacanze di natale con largo anticipo

Le soluzioni cloud di Sap permettono alle PMI italiane di sfruttare applicativi gestionali snelli e configurati su mirusa. Tuttavia per non restare scottati devi assolutamente leggere questo articolo.

Se pensavi che ti avrei svelato il segreto per risparmiare sulla tua prossima vacanza allora devo essere stato molto bravo nel comporre il titolo di questo articolo 🙂

In qualità di responsabile dei sistemi informativi di una azienda di medie o grandi dimensioni puoi trovarti essenzialmente in due condizioni:

  • sei un cliente SAP
  • sei un potenziale cliente per SAP interessato da uno dei più noti gestionali al mondo

In ogni caso vedrai che riceverai la visita di un commerciale della nota azienda che ti illustrerà le incredibili opportunità che la versione cloud di SAP ha saputo offrire alle aziende clienti.

C’è una cosa a cui devi prestare attenzione. Qualsiasi applicativo cloud utilizza una cosa fondamentale: una connessione ad internet.

Senza una collegamento ad internet perfetto ogni soluzione cloud può rivelarsi un bagno di sangue.

Perché un sistema cloud si deve collegare ad un server remoto con il quale dialogare. Se il server remoto non risulta raggiungibile le applicazioni cloud non funzionano.

Avrai certamente sperimentato il malfunzionamento di servizi cloud come gmail quando manca la connessione dati del tuo smartphone. Il principio è lo stesso.

Se ti viene un forte mal di testa quando non riesci a collegarti alla tua casella di posta gmail, osi immaginare cosa avverrebbe se succedesse a tutti i tuoi colleghi contemporaneamente?

Tutti punterebbero il dito contro di te. Il dito andrebbe puntato contro qualcun altro, ma ne parlerò in un altro articolo.

Cosa può salvarti dalle problematiche che potrebbero nascere dall’adottare una soluzione cloud di SAP?

L’obiettivo fondamentale che devi raggiungere prima di implementare una soluzione informatica in cloud è quello di avere già testato un sistema di connettività stabile.

Dissolvo ogni tuo dubbio. Una connettività stabile non è una connessione che da delle buone prestazioni quando devi navigare.

Una connettività stabile è una connessione ad internet che non ha la minima interruzione anche infinitesimale durante tutto l’arco della giornata.

Questa generalmente è una caratteristica propria della fibra ottica o dei ponti radio professionali.

C’è un ulteriore problema da risolvere: la continuità operativa. Tutti sanno che gli alimentatori ed i dischi fissi dei server sono almeno doppi per ridurre la possibilità di fermi operativi in presenza di guasti.

Cosa ti fa pensare questa constatazione? Esatto. Devi creare un sistema di connettività che sia composto da almeno due connessioni.

La cosa migliore è scegliere due connessioni fisicamente e strutturalmente differenti. Non è pensabile essere sicuri di raggiungere il punto B se dal punto A partono due linee parallele. Se un evento danneggia una linea quasi inevitabilmente danneggerà anche la seconda. È questo unondei motivi che ha condotto alla morte delle linee MPLS tradizionali.

La migliore soluzione possibile è quella di scegliere un sistema di connettività fornita da un provider che colleghi la tua azienda ad internet attraverso un ponte radio ed una connessione via cavo come backup (o viceversa a seconda di quella che ha la maggiore velocità operativa).

Ci vediamo al prossimo articolo! 😉

 

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *