come pensi di cogliere i vantaggi del cloud computing senza una connessione ad internet monitorata?

E’ ora di cambiare server aziendale. Sei indeciso se migrare all’esterno la tua infrastruttura di rete in cloud o acquistare un ferro nuovo (“ferro” è il dispregiativo assegnato ai server o ai clienti)?

Se dovessimo fare i conti in maniera conservativa ti direi subito di non cambiare nulla, anzi di rimuovere l’idea di cambiare qualcosa, tanto va bene lo stesso.

Invece c’è la nuova versione del gestionale che potrebbe funzionare anche in cloud (sistema di computer collocati in una sala CED strutturata che forniscono una parte della loro potenza per i tuoi scopi), c’è la nuova versione del CRM (il software per l’ottimizzazione delle vendite grazie alla raccolta dati dei clienti e contatti forniti dal marketing aziendale), ci sarebbe la nuova posta elettronica sincronizzata tra tutti i tuoi dispositivi…

Quindi sei indeciso su cosa fare. Un nuovo server aziendale implica una chiara pianificazione aziendale. Ha un costo elevato e deve essere messo a budget con largo anticipo. L’investimento deve poi essere valutato da alcuni tuoi collaboratori che non hanno alcuna idea dell’importanza di una gestione organizzata, di un sistema di lavoro efficiente.

Nel mentre il tuo vecchio server ti da stando segnali inequivocabili che non ce la fa più. E’ un “ferro” inanimato ma non ci sta. Ha sopportato anni di lavoro senza perdere un colpo, ha sopportato ogni sorta di virus e cancellazione di dati importanti per mancanza di un sistema di backup esterno che avrebbe dovuto sollevarlo dalla gestione dei files.

Poi ci sono i commerciali del gestionale, quello del dominio, quello dell’azienda di assistenza informatica che vogliono venderti il loro nuovo prodotto. Tutti belli, tutti eccezionali. Risparmiano, sono personalizzabili, puoi chiedergli la luna. Hanno tutti un piccolo problema: sono in cloud. Per raggiungere il cloud, il posto fisico dove sono collocati i loro server che erogano il servizio, è necessario avere una connessione ad internet stabile.

Starai pensando: “Io ho una connessione ad internet! La mia azienda ha una linea ADSL!”. Se non hai già visto la pagina dedicata al servizio WiFiber ti invito a scorrerla verso la metà, finché troverai un disegno dove sono espressi dei paragoni di velocità per le linee dati. La connessione ADSL non compare nemmeno! Sai perché? Perché le connessioni ADSL sono ottime per la casa non per l’azienda.

In azienda è richiesto un flusso continuo di informazioni, informazioni che spesso sono identiche per quantità sia in ingresso come in uscita. Sono necessari dei collegamenti ad internet simmetrici e stabili. La stabilità di una linea dati si manifesta nella continuità di erogazione del servizio (assenza di perdita di pacchetti), nel tempo di risposta dopo aver richiesto una pagina web o aver inviato una mail (in gergo tecnico definita latenza) e nella differenza tra la velocità massima e quella minima del collegamento (chiamato jitter). Il tuo attuale fornitore ti ha spiegato tutte queste cose?

La soluzione migliore è quella di cogliere i vantaggi del cloud, senza restarne bruciati. Il prerequisito per l’accesso ai servizi in cloud è una connessione simmetrica monitorata e gestita direttamente da un provider con cui puoi parlare. Un provider come Telecom Italia, Fastweb o Wind non sono la scelta migliore. I loro servizi sono ottimi, altrimenti non avrebbero tutti quei clienti solo che non vanno bene per te.

Se sei una persona che odia essere lasciato a piedi (nel senso senza servizio) devi tenere presente che questi colossi hanno più di qualche interruzione l’anno e andrà sempre peggio. Hai notato che in Italia si scava dappertutto? Con tutto il massimo rispetto che ho per chi lavora, pensi che all’operatore della scavatrice importi qualcosa della tua fibra ottica? Credi che la stanchezza e le bestemmie che continua a proferire gli ricorderanno che c’è il cavo telefonico che entra nella tua azienda e dal quale dipende il tuo fatturato? Se non te ne importa nulla non contattarmi perché non sei la persona con la quale avrei piacere lavorare.

Qual’è la migliore soluzione possibile? La migliore soluzione è sempre pararsi il culo e per farlo è necessario disporre di un sistema di connettività professionale preferibilmente composto da una connettività wireless principale monitorata h24 ed un backup via cavo per sicurezza. L’affidabilità delle connessioni wifi ha raggiunto (e superato – in base alla mia esperienza) quelle di altre soluzioni tecniche.

Ti aspetto nella pagina dei contatti per poterci conoscere e predisporre la tua azienda al meglio per i servizi cloud. A presto.

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *